Università Cattolica del Sacro Cuore

La diplomazia culturale come strumento di risoluzione dei conflitti

 12 dicembre 2019

Le attuali forme di conflitto pongono in essere nuove sfide per le strategie di risoluzione. L’impatto negativo dei conflitti, infatti, superando la sola distruzione materiale dei teatri di crisi, si caratterizza per l’elevato grado di coinvolgimento dei civili. Vittima di questi nuovi conflitti è soprattutto la comunità che vive nell’area di crisi, costretta a spostamenti e portata alla disgregazione. La recisione dei legami sociali, culturali, affettivi che costituivano la comunità risulta un’area di intervento prioritaria per l’effettiva ricostruzione post-conflitto.

La cultural diplomacy, in questo scenario, si configura come un possibile strumento diplomatico di supporto ai processi di resilienza in teatri di conflitto e post-conflitto. L’Università Cattolica, grazie alle numerose esperienze di cooperazione maturate anche in scenari di crisi, ha sviluppato una profonda competenza nella cultural diplomacy, strutturata nella collaborazione tra il CeSI e il gruppo di ricerca ITSTIME del Dipartimento di Sociologia.

Per chi volesse approfondire il tema della cultural diplomacy suggeriamo l'articolo di Giancarlo Capozzoli, pubblicato su L'Espresso e disponibile cliccando qui.