Università Cattolica del Sacro Cuore

Sole o pioggia. Tra alti e bassi ma insieme


Nella vita di tutti i giorni delle coppie ci sono momenti di difficoltà e momenti di gioia. I momenti di difficoltà che i partner devono affrontare all’esterno della loro relazione possono riguardare, per esempio, eventi stressanti sul lavoro, problemi con i figli, difficoltà economiche, malattie, tensioni con i membri della famiglia d’origine, mentre i momenti di difficoltà all’interno della relazione possono essere causati da litigi, incomprensioni e divergenze di punti di vista.  Allo stesso tempo, la vita delle coppie è ricca di eventi positivi, come un successo sul lavoro, le buone relazioni con gli amici, e all’interno della relazione, anniversari, momenti piacevoli passati insieme…

Di fronte a questi eventi la relazione di coppia può diventare una risorsa che consente di superare al meglio gli eventi negativi e ottenere il massimo dagli eventi positivi. Fornire un orientamento in questo senso in modo che le coppie possano coniugarla secondo le differenti esperienze e situazioni rappresenta da tempo l’obiettivo dell’attività del gruppo di psicologhe sociali del Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore che si dedicano alla riflessione sulla relazione di coppia, rileggendola alla luce del modello relazionale-simbolico (Scabini e Cigoli, 2000, 2012; Scabini e Iafrate, 2003).

Per affrontare le avversità incrementando il livello di soddisfazione relazionale e la fiducia reciproca, ma anche valorizzare gli accadimenti positivi, la coppia ha a disposizione due strumenti, il coping diadico e la capitalizzazione. Il primo si configura come una modalità di gestione condivisa, di coppia, degli eventi negativi che possono accadere ai partner nella loro vita quotidiana. La capitalizzazione, invece, è il processo di condivisione tra i partner degli eventi positivi quotidiani al fine di massimizzarne i benefici per i membri della coppia e per la relazione stessa.

Proprio sul “bright side” della relazione, cioè sui processi “pro-relationship” (ovvero a favore della relazione) si focalizzano due volumi di recente pubblicazione, La relazione di coppia. Gestire insieme eventi positivi e negativi (Carocci Faber, Roma 2018) e Vivere in coppia tra alti e bassi. Senza perdere di vista la meta (San Paolo, Cinisello Balsamo 2018) di Silvia Donato e Ariela F. Pagani. Tali processi consentono non solo di far fronte alle circostanze negative e alle circostanze positive, ma anche di cogliere in questi eventi oscuri o luminosi delle “leve relazionali” che consentano alla coppia di avere un guadagno, in termini di benessere dei partner e di qualità della relazione. L’attenzione non è quindi tanto sugli eventi, in quanto positivi o negativi, ma quanto sulle modalità che le coppie possono utilizzare per affrontarli al fine di promuovere la relazione.

Il primo si rivolge a coloro che si occupano di coppia a livello di ricerca e intervento, e offre una rassegna completa dei modelli teorici relativi ai processi di coping diadico e di capitalizzazione all’interno della relazione di coppia, fornendo anche una panoramica delle più recenti ricerche internazionali e nazionali su questi processi.

Vivere in coppia tra alti e bassi. Senza perdere di vista la meta accompagna ogni coppia, nella sua quotidianità e con gli strumenti cha ha a disposizione, a trovare strategie per rigenerare la propria relazione, facendo leva sulla capacità di supportarsi e fare squadra nei momenti difficili e di comunicare in modo adeguato gli eventi positivi, ascoltandosi ed esprimendo insieme la gioia per i successi reciproci. L’intento del volume è quello di fornire un orientamento e dei principi-guida, da calare ciascuno della propria situazione di coppia, per affrontare al meglio gli eventi negativi e beneficiare il più possibile da quelli positivi.

Renata Maderna