Università Cattolica del Sacro Cuore

Politiche sociali: il Family Impact arriva in Italia


In quale misura e con quali modalità una politica, un progetto o un intervento sostengono o sostituiscono le responsabilità reciproche tra i membri della famiglia? E rafforzano l’impegno reciproco dei singoli e la stabilità dell’unità familiare? E come riconoscono la forza e la persistenza dei legami familiari e promuovono le relazioni di coppia e genitori-figli?  E inoltre: si impegnano e lavorano in partnership con le famiglie?

Sono queste alcune delle domande di avvio per una riflessione sugli effetti  dell’impatto che le politiche pubbliche hanno sulle famiglie, proposta da Karen Bogenschneider, docente di Ecologia Umana all’Università di Wisconsin - Madison negli Stati Uniti, nel corso del seminario internazionale ”Il Family Impact Lens: un approccio focalizzato  sulla famiglia per le politiche e gli interventi”, promosso congiuntamente dal Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e dal CISF (Centro Internazionale Studi Famiglia), in collaborazione con il Family Impact Institute della Purdue University (Indiana, USA) e realizzato a Milano il 21 e il 22 settembre 2017 con il Patrocinio della Presidenza del Consiglio  Regionale della Lombardia.

A partire dai confronti sviluppati nelle diverse sessioni, tenute in Università Cattolica e seguite con grande interesse dai partecipanti - docenti, ricercatori, policy makers e studenti -, è emersa l’innovatività della metodologia presentata, promossa e sperimentata da più di vent’anni in oltre la metà degli Stati degli USA, come ha illustrato Karen Bogenschneider ribadendo che “le famiglie sono la pietra angolare per un’economia solida e per una società forte, dunque rafforzarle oggi come fondamento della società restituirà i propri frutti domani”.

Ma le famiglie che sostengono economicamente i propri membri e si prendono cura di coloro che non possono badare a se stessi - gli anziani, le persone fragili, gli ammalati, le persone con disabilità - possono anche essere messe in difficoltà da fattori di stress. Per questo è necessario che il Pubblico le sostenga con politiche che spesso si rivelano più efficaci di quelle che si concentrano sugli individui. “Le famiglie hanno il compito di educare figli responsabili”, ha detto Karen Bogenschneider, “che offriranno il loro contributo di cura e impegno per una società forte, e diventeranno lavoratori competenti, per un’economia solida”.

Il Family Impact Lens consente infatti di innescare un dialogo virtuoso e circolare tra policy makers e ricercatori, con l’obiettivo di verificare quanto e come i vari interventi di politica pubblica (interventi per le famiglie, ma anche interventi nell’ambito delle politiche sociali, sanitarie, educative, urbanistiche, di sviluppo economico) modificano - in positivo o in negativo - le condizioni di vita e di benessere delle famiglie, nelle loro diverse forme strutturali e condizioni socio-economiche.

Ora l’impianto teorico e il metodo messo a punto dai ricercatori del Family Impact Institute  saranno disponibili per la prima volta per in Italia in una prossima pubblicazione nella collana dei Quaderni del Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia  a cura di Francesco Belletti, Donatella Bramanti, Elisabetta Carrà.

In questo stesso volume si farà anche il punto dello stato dell’arte in Italia in tema di misura dell’impatto familiare attraverso il contributo di studiosi e ricercatori quali: Francesco Belletti, direttore del CISF, Pierpaolo Donati, del Dipartimento di Sociologia dell’Università di Bologna, Donatella Bramanti, Elisabetta Carrà e Margherita Lanz, del Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia, e Luciano Malfer, dirigente per l’agenzia provinciale per la Famiglia, la natalità e le politiche giovanili della Provincia autonoma di Trento.