Università Cattolica del Sacro Cuore

Studi 32, Famiglia e povertà relazionale

 16 giugno 2021 Studi 32.jpg

Famiglia e povertà relazionale. Multidimensionalità del fenomeno e buone pratiche innovative è il titolo del nuovo volume della collana Studi interdisciplinari sulla famiglia 32, a cura di D. Bramanti ed E. Carrà.

La famiglia è essenzialmente una relazione e quindi le sue forme di fragilità e di povertà vanno lette come fragilità e povertà delle e nelle relazioni familiari, che acquistano nella realtà attuale caratteristiche peculiari. Questo è il tema del volume Famiglia e povertà relazionale, numero 32 della collana Studi interdisciplinari sulla famiglia edita da Vita e Pensiero.
La povertà delle famiglie, intesa come situazione “relazionale”, può essere intesa sia come la scarsità di relazioni presenti e attive in un determinato gruppo familiare, sia come la limitatezza delle reti di relazione in cui la famiglia è inserita, sia come un deficit di qualità delle relazioni stesse, si tratti di quelle interne o di quelle esterne.
I contributi contenuti nel volume prendono in considerazione aspetti o forme specifiche della povertà relazionale, da varie prospettive disciplinari (sociologiche, psicologiche, storiche, economiche, di lavoro sociale) e interessanti pratiche per il contrasto alla povertà relazionale della famiglia. Ovviamente le condizioni materiali, economiche e le diverse caratteristiche dei contesti di vita, sono da considerarsi fattori di risorsa o di rischio, rispetto alla possibilità delle famiglie di rispondere in maniera efficace ai propri compiti specifici, l’attuale situazione pandemica costituisce un acceleratore di molte condizioni avverse.

Per acquistare il volume, clicca qui.